ESTINZIONE ANTICIPATA FINANZIAMENTO CON CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO O DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

 

COME IL CLIENTE PUO' OTTENERE IL RIMBORSO DEGLI IMPORTI DOVUTI DI DIRITTO E TRATTENUTI DALL'INTERMEDIARIO FINANZIARIO SENZA TITOLO 

 

La nuova disciplina introdotta dal D.Lgs. 141/2010, che modifica il Testo Unico Bancario (decreto legislativo n.385/93) e il Codice del Consumo (decreto legislativo n.206/05), si applica a tutti i contratti di credito, esclusi i finanziamenti di importo complessivo sotto i 200 euro e oltre i 75 mila euro. Vi rientrano i prestiti personali (non necessariamente utilizzati ad uno specifico scopo), i prestiti finalizzati (collegati cioè ad un contratto di acquisto di un bene di consumo o di un servizio), le aperture di credito rotativo (carte revolving) e le operazioni di cessione del quinto dello stipendio

Oltre a prevedere maggiori tutele a favore del consumatore in caso di recesso, il D.Lgs. n.141 del 13 agosto 2010 ha introdotto un’altra importante novità in materia di credito al consumo: in pratica il consumatore che in qualsiasi momento decide di rimborsare anticipatamente, in tutto o in parte, l'importo del prestito o del finanziamento, ha diritto a una riduzione del costo totale del credito, pari all'importo degli interessi e dei costi dovuti per la vita residua del contratto (art. 125-sexies).

 

Ogni consumatore che abbia sottoscritto un finanziamento con Cessione del Quinto o con Delegazione di pagamento, e lo abbia successivamente estinto anticipatamente con rinnovo di altro finanziamento, può ottenere dei rimborsi relativamente ad alcune voci del contratto (es. premio sull’assicurazione vita e assicurazione impiego; le commissioni straordinarie dell’intermediario; le commissioni bancarie ed altre da valutare caso per caso) dall’Istituto bancario erogante o comunque detentore del credito.

 

Tali estinzioni anticipate sono d’altronde assai frequenti, in quanto è invalso l’uso di rinnovare tali prestiti laddove il cliente ritenga di avere necessità di ulteriori somme in prestito.

 

Nella generalità dei casi, una volta estinto anticipatamente il finanziamento l’Istituto erogante quasi mai effettua spontaneamente restituisce al cliente gli importi dovuti per le attività  non maturate.

 

In presenza di molteplici operazioni estinte nel corso del tempo, pertanto l’importo che potrebbe essere oggetto di rimborso è cospicuo.

·          

Lo Studio MSDA offre per la suddetta attività assistenza legale a costo zero.

 

In caso di recupero della somma dovuta, lo studio chiede il 50% a titolo di onorario commisurato a quanto effettivamente recuperato.

 

In caso di esito negativo, nulla sarà dovuto allo Studio. In tal modo, la clientela non rischia nulla.

 

Le attività sono svolte dallo Studio, ed il cliente dovrà consegnare in copia tutti i documenti disponibili, oltre all’ultima busta paga e dichiarazione dei redditi .

Stampa Stampa | Mappa del sito
© MSDA Via Gaetano Donizetti 1/a 20122 Milano Partita IVA:

Contatti

Indirizzo

MSDA
Via G. Donizetti 1/a
20122 Milano

 

Orari di apertura

Lun - Ven 

9.00 - 13.00 

14.30- 19.30



Tel: +39 0245490522

Fax: +39 0245490590

E-mail: info@msda.it

 

Se preferite, potete compilare il nostro modulo online.